Riva 1920 Salone del mobile 2015, 95 anni di attività

968

Riva 1920 Salone del mobile 2015, 95 anni di attività

In occasione del salone del mobile di Milano 2015 Riva 1920 festeggia i suoi 95 anni e lo fa attraverso una retrospettiva degli ultimi 20 anni di attività, attraverso i pezzi iconici delle varie collezioni.

In mostra oltre 100 prodotti di altissima qualità e pregio studiati nei minimi dettagli che si presentano al pubblico per quello che sono: benfatti, concreti, solidi, duraturi e dai quali emerge tutto il fascino di questo straordinario materiale che è il LEGNO.  L’allestimento ha visto i vari mobili esposti su cantilever da magazzino posizionati su tutte le pareti dello stand, sia all’interno che all’esterno.

Per questa edizione del Salone del Mobile Riva 1920 ha deciso di puntare molto sui tavoli con alcuni nuovi modelli tra i quali Infinity design CR&S Riva 1920 dotato di un sistema di prolunghe progressive, Cape Kennedy design Tom Kelley e Jump design Studio Balutto Associati caratterizzati da top in massello a liste incollate e gambe lineari in metallo, Rialto Table design Giuliano e Gabriele Cappelletti, caratterizzato da una canalina in metallo che corre lungo tutta la superficie del top e Luca tavolo con top in legno di cedro design CR&S Riva 1920.

riva1920 Riflessi Millenari
Tavolo Riflessi Millenari con basamento in acciaio disegnato da Helidon Xhixha

In prima fila all’interno dello stand Riflessi Millenari, un tavolo che rappresenta una vera opera d’arte con un basamento in acciaio disegnato da Helidon Xhixha e di un top in legno di Kauri millenario della Nuova Zelanda impreziosito da inserti in resina colata nelle fessure della tavola e GoodWood un nuovo tavolo disegnato dall’Arch. Terry Dwan, massima espressione del design sostenibile, che si compone di tanti piccoli blocchetti di legno di “recupero” lavorati con resina, che vanno a creare un top a “mosaico”.

 

Tavolo GoodWood disegnato dall’Arch. Terry Dwan

Non potevano mancare un’area dedicata alle Briccole, legno ricavato dai pali della laguna di Venezia, con diversi pezzi in esposizione e una zona destinata ai progetti che hanno segnato la storia di Riva 1920, come il progetto “Ground Zero, Ground Heroes” dedicato alle famiglie dei pompieri italo-americani che hanno perso la vita durante le operazioni di soccorso dell’11 Settembre 2001 e il progetto “Barrique, la terza vita del legno”, ideato per la Comunità di San Patrignano.

Nella parte esterna dello stand numerosi sgabelli in Cedro e alcuni mobili spaccati e destrutturati in grado di mostrare la composizione, la struttura e l’anima del mobile stesso.
Fanno l’ingresso nella collezione di monoliti in cedro gli sgabelli Astrati design Michele De Lucchi, Expò design Sergio Bizzarro e Alessia Galimberti, One Love design Gianni Veneziano/Luciana Di Virgilio_Veneziano+Team, Button design Luca Martorano e Mattia Albicini, Miss Champagne design Isabelle Rigal e la seduta HANDY design Antonella Scarpitta.

Se l’articolo ti piace condividilo. Se ti fa riflettere, commentalo. Se non ti piace, passa oltre. Se puoi linkarlo, fallo. Mi occupo di Assistenza, Suggerimenti e Servizi Internet a Rivenditori, Industrie e Rappresentanti del Settore Arredamento.