(Ri)conosciamo La Nuova Etichetta Energetica degli Elettrodomestici?

1516

La nuova etichetta energetica europea per gli elettrodomestici da incasso e a libera installazione è diventata obbligatoria e questo comporterà forti cambiamenti nella esposizione dei prodotti e nella comunicazione.

La nuova etichetta è concepita per fornire ai consumatori informazioni riconoscibili, accurate e comparabili sul consumo energetico degli elettrodomestici, riguardo le loro performance e caratteristiche essenziali. Inoltre l’’etichetta consente ai consumatori di determinare quanto sia efficiente un prodotto e di stimarne il potenziale nella riduzione dei costi energetici.

Per ora la normativa riguarda i Frigoriferi, gli apparecchi per la conservazione dei vini, le Lavatrici, le Lavastoviglie e le Televisioni; il fatto che manchino dalla nuova normativa i Forni, i Piani Cottura (soprattutto quelli elettrici e i vetroceramica!) e la cappe di aspirazione, non trova risposte in nessuna comunicazione ufficiale.

Ma torniamo alla nuova etichetta e vediamola comparata con la vecchia.

Appare subito evidente che sono state completamente eliminate le classi E,F e G (finalmente!) ed è stata semplificata la lettura delle Classi di efficienza ( sono 7 in tutto, di cui 4 Classi A e superiori), ma soprattutto è stato messo in forte evidenza il fattore di consumo!

Inoltre con un sistema di icone si evidenziano le capacità specifiche del prodotto come capienza e livello di rumorosità dell’apparecchio (si, esiste anche l’inquinamento acustico). Le icone cambiano relativamente al tipo di apparecchio e alle specifiche di servizio.

In questo pieghevole una ricca spiegazione delle nuove etichette che aiuterà senza dubbio a scelte più “green” da parte dei consumatori.

[nggallery id=7]
Ma nei Negozi di Arredamento e nella Comunicazione cosa bisognerà fare?