Pedrali, working spaces 2020 format lavorativi del futuro

Con l’affermarsi di un modello di lavoro ibrido che alterna giornate in smart working e giornate in ufficio, quest’ultimo acquisirà sempre più un ruolo d’incontro e di confronto.

158

Negli­ ultimi tempi anche alla luce dell’attuale situazione sanitaria causata dal Covid-19, le tendenze arredo del mondo ufficio e gli ambienti che lo caratterizzano sono stati interessati da notevoli cambiamenti.
Sono sopraggiunte nuove necessità: gli uffici devono essere ripensati e lo spazio dedicato al lavoro reinterpretato.

Per rispondere a tutte queste esigenze, #Pedrali presenta soluzioni versatili ed innovative pensate per i nuovi scenari lavorativi del domani.

L’ufficio deve essere dinamico e le soluzioni d’arredo flessibili, funzionali e sostenibili per creare spazi lavorativi facilmente personalizzabili e rimodulabili in base alle necessità del momento. Sale riunioni che possono mutare in postazioni di lavoro separate, progettazione di spazi informali per meeting caratterizzati da nicchie di privacy acustica e visiva, definizione di nuove aree per la formazione in presenza. Queste sono solo alcune delle soluzioni che definiscono il nuovo ruolo degli ambienti di lavoro. Nascono così ambienti adatti a svolgere attività più interconnesse pur nel rispetto degli attuali protocolli di distanziamento, che possono variare e cambiare velocemente configurazione nel corso della giornata, combinati anche con il lavoro da casa.

Nella configurazione degli spazi, che siano in ufficio o all’interno del proprio ambiente domestico, gli arredi giocano un ruolo fondamentale. Sono capaci di creare aree orientate al benessere della persona e realizzati con materiali innovativi che si contraddistinguono per specifiche proprietà antibatteriche e che agevolano i normali processi di igienizzazione e sanificazione.

Con l’affermarsi di un modello di lavoro ibrido che alterna giornate in smart working e giornate in ufficio, quest’ultimo acquisirà sempre più un ruolo d’incontro e di confronto. Il nuovo Buddy Hub, disegnato da Busetti Garuti Redaelli, risponde perfettamente a questa nuova esigenza, dal momento che permette di creare aree d’incontro più o meno informali.

Caratterizzato da un pannello fonoassorbente perimetrale che abbraccia l’imbottito creando una sorta di rifugio dall’ambiente circostante, il nuovo nato della famiglia Buddy arricchisce una collezione di successo, conservandone il caratteristico design amichevole e accogliente e incrementandone la versatilità.

Disponibile nella versione poltrona o divanetto, Buddy Hub si inserisce nell’ambiente come un arredo funzionale ed efficiente, un’alcova in cui potersi concentrare e isolare, una nicchia di privacy acustica e visiva. Ponendo invece i due elementi uno di fronte all’altro, uniti tra loro da un pannello a cui può essere fissato un tavolo a penisola, danno vita a spazi pensati per ospitare meeting informali e aree break-out.

FONTEPedrali
Se l’articolo ti piace condividilo. Se ti fa riflettere, commentalo. Se non ti piace, passa oltre. Se puoi linkarlo, fallo. Mi occupo di Assistenza, Suggerimenti e Servizi Internet a Rivenditori, Industrie e Rappresentanti del Settore Arredamento.